Visualizzazione post con etichetta 1924. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta 1924. Mostra tutti i post

Amore Elettronico: le profezie Hugo Gernsback

0 commenti permalink
Future: Electronic Mating, Hugo Gernsback 1964

Oggi voglio parlare d' amore, ma con approccio tecnologico e retro-futuristico tanto per rendere le cose più piccanti. Ho sempre pensato che la chimica fosse la vera spinta propulsiva dell' innamoramento, ma la vita mi ha smentito e una vecchia amica, che mi ha raccontato di aver sposato un uomo conosciuto su World of Warcraft, me lo ha confermato. La storia lo dimostra, sorvolando sui piccioni viaggiatori, telegrafo e sms, sono infiniti gli amori nati per via telematica, specialmente in rete. Il mio eroe Hugo Gernsback, il Nostradamus dei nerd, ha ovviamente profetizzato anche questo in un articolo del 1964 Future: Electronic Mating. Ma cos'è che fa innamorare anche a distanza di chilometri? Gli psicologi suddividono in linea di massima l' innamoramento in tre fasi: l' attrazione sessuale, affetto, attaccamento. La seconda fase è quella più mentale che negli incontri cibernetici viene messa al primo posto. Io credo molto nell 'importanza della condivisione di interessi.

the Science of Love Science and Invention magazine 1924

In questi giorni mi sono convinta che al modo esiste una sola persona fatta per essere tua e che la rete può semplificarne la ricerca; come del resto già fa per le altri aspetti del vivere quotidiano. Ma come si fa a riconoscerla? Fa simpatia sapere che nel 1924, molto prima della nascita di internet, sulla rivista Science and Invention magazine di Gernsback venne proposto un bizzarro metodo scientifico per testare la compatibilità tra individui. Una serie di esami supervisionati da esperti dovevano garantire il successo di una relazione. Quello che voglio domandarvi è: possono i sentimenti essere convertiti in righe di codice macchina e annientare tutte le distanze? Mi piacerebbe leggere tra i commenti le vostre esperienze personali, ma so che non vi aprirete facilmente. In ogni caso ho una proposta: se state vivendo una storia nata on-line celebrate come festa degli innamorati il 16 agosto in onore di Hogo Gernsback che ha sempre creduto in voi

Aelita: la regina di Marte (1924)

0 commenti permalink
 

"Aelita: la regina di Marte" è un film muto del 1924 noto per essere il primo kolossal di fantascienza sovietico. Il film fu diretto da Jakov Protazanov ed ebbe un successo straordinario, proprio come l' omonimo romanzo di Aleksej Nikolaevič Tolstoj nel 1922.


Trama, costumi e scenari a dir poco fantastici! Se non lo conoscete guardate con attenzione questo capolavoro, che a mio modesto parere, non ha nulla da invidiare a Metropolis. Merita nota anche la bellissima colonna sonora.