Geek Girls: Marilyn Sotto

permalink

 Marilyn Sotto a lavoro per i costumi di "Man of a Thousand Faces"
L' Uomo dai mille volti" è un film del 1957 ispirato alla vita di Lon Chaney.

Lon Chaney: l' uomo dai mille volti

permalink
 Lon Chaney in "The Phantom of the Opera" -1925

L' attore Lon Chaney è stato uno dei più grandi interpreti del cinema horror dell'inizio del '900. Figlio di una coppia di sordomuti ha sicuramente imparato da loro l' uso della comunicazione gestuale, indispensabile nel cinema muto. La stragrande maggioranza delle sue pellicole sfortunatamente sono andate perdute. È terrificante il fatto che sia morto per un cancro alla gola dopo aver girato il suo primo film sonoro. Folclorismi a parte ha interpretato un gran numero di personaggi deformi con una drammacità straordinaria, i più lo ricordano per la sua celebre interpretazione de "Il Fantasma dell' Opera".

Il Fantasma dell' Opera - 1925

Burlarsi della musica sperimentale...

permalink

Lo ha fatto Lewis Sydney nel 1912 costruendo questo bizzarro strumento posticcio per prendere in giro i neonati strumenti elettronici. Una burla ben riuscita visto che io a distanza di 100 anni ho perso ore e ore su internet a fare ricerche su questo misterioso strumento. Lo amo

pic of the week #15

permalink

Geek Girls: Suzanne Ciani

permalink


Freddie Ford ♥

permalink
  

Chi ha lavorato almeno una volta in una fiera sa quanto può essere snervante dire le stesse identiche cose ad ogni visitatore; forse per questo la Ford decise di incaricare un robot a questa ripetitiva mansione. Nasce così Freddie Ford, un robot fatto per la maggior parte di componenti di ricambio di auto Ford.


Dal 1964 ne sono susseguite varie versioni - per saperne di più cyberneticzoo

Dispositivi Misteriosi: La TV/FORNO

permalink

le brave donne di casa guardavano le serie di fantascienza 

Con questa fantastica immagine (una casalinga che guarda Star Trek da una tv/forno) voglio inaugurare una nuova categoria di questo blog: Dispositivi Misteriosi. Questo che a me sembra uno strano robot da cucina fuso ad una TV in realtà cos'è? Lo avevate mai visto prima?



Aggiornamento

Si chiama Hubot (classe 1984) tutto quello di cui una casalinga ha bisogno per spassarsela! È un computer, una TV, una radio e una console da gioco! Se non ci credete sfogliate il manuale di istruzioni. Adesso che so che Hubot esiste passerò il resto della mia vita a cercare di averne uno!

per tutte le info theoldrobots.com

Miss NASA

permalink

Miss NASA 1968

Lo sapevate che ci sono prove che dal 1968 al 1973 si è svolto un concorso di bellezza interno alla NASA? Nulla di più di un gioco tra colleghi (credo) di cui non si sa molto. via

Geek Girls: Coco Chanel vs.Elsa Schiaparelli

permalink
 

Gabrielle Bonheur Chanel era una disadattata. Cresciuta in un orfanotrofio, come atto estremo di integrazione ha deciso di rivoluzionare il concetto di eleganza. Elsa Schiaparelli privilegiata intelletuale si divertte a collaborare con Salvador Dalí. Chanel predilige la comodità, le linee pulite; il bianco e nero delle sue creazioni sono reminiscenze delle suore con la quale è cresciuta. Schiaparelli è una surrealista che ama i colori forti (celebre il suo rosa shocking) le sue opere sono complesse, ironiche e bizzarre.

 

Chanel disegna una nuova austerità; Schiaparelli una nuova frivolezza. Chanel mischia caratteri maschili a quelli femminili; Schiaparelli si ispira al mondo circense e a quello animale - sopratutto insetti e crostacei. Chanel crea la prima borsa in matelassè, Schiaparelli i primi orecchini in plexiglass. Coco Chanel ha creato uno stile immortale; Elsa Schiaparelli si è spinta oltre l' immaginario (personalmente considero l' abito Skeleton - 1938 - una macabra premonizione del rapporto moda/anoressia...)

Chanel ha creato uno stile immortale, creando dei nuovi standard sartoriali (es. giacca taglio Chanel). Ma allo stesso modo ho verificato quanto sono veri i 12 comandamenti di Elsa Schiaparelli e sempre apprezzati il suo hot-pink e gli accessori eccentrici.

 
Eyehat 1949 - Eyelash 1951 by Schiaparelli

Due donne che hanno scritto il futuro della moda che come Leonardo e Michelangelo hanno vissuto una dura rivalità... voi chi preferite?

pic of the week #14

permalink
Gog - 1954

Datemi l' Isolatore e cambierò il mondo

permalink

Io sono una che fa fatica a canalizzare l' attenzione su un' unica cosa, ho sempre molte cose da fare e la concentrazione è uno stato mentale che raramente riesco a raggiungere. Gernsback doveva essere come me tanto da progettare dei congegni che favoriscono l' alienazione. "L' Isolatore" per praticità e utilità vince su tutti. Ah se ne avessi avuto uno... con questo elemetto in testa avrei dichiarato guerra alle distrazioni, studiato, progettato e realizzato cose fantastiche proprio come il mio beniamino Gernsback