voglio un film che parli di lui!!!

Non ho mai amato particolamente i film biografici, ma uno sulla straodinaria vita del genio William James Sidis lo aspetto da anni.

 William James Sidis 1º aprile 1898 - 17 luglio 1944

Il suo QI è più alto mai registrato nella storia 

William James Sidis è stato un bambino prodigio dalle eccellenti doti: a 18 mesi leggeva il New York Times, a 3 anni scriveva a macchina, a 4 anni conosceva il latino, a 5 leggeva Omero in lingua originale, a 8 anni scrisse 4 libri e superò l'abilità del padre in matematica, anch' egli considerato un genio. Si è laureato in letteratura ad Harvard a 16 anni, in ritardo rispetto alla sue potenzialità per volere della facoltà che lo accettò solo dopo il compimento del suo undicesimo anno d'età. Ha tenuto corsi di geometria euclidea, geometria non-euclidea e trigonometria, cattedre che abbandonò a causa dello scarso rispetto dimostratogli dai suoi studenti che non riconoscevano in un ragazzino, una figura autoritaria. Fu anche poliglotta: era capace di imparare una lingua in tre giorni e si dice che ne imparò più di 40.

Il genio alla ricerca della "normalità"

Conclusi i suoi impegni accademici si dedicò all' attivismo politico. Il primo maggio del 1919 venne arrestato durante una manifestazione operaia perchè ritenuto capo della rivolta che sfociò in violenti scontri. In quella occasione si dichiarò non credente e socialista obiettore di coscienza. Venne condannato a 18 mesi di reclusione cosa che il padre, noto e stimato psichiatra non gli perdonò, tanto  che quando fu fuori (Leverett Saltonstall,suo amico di scuola, gli pagò la cauzione) lo sequestrò nel sanatorio che lui stesso gestiva tra continue minacce e restrizioni. È comprensibile a questo punto il suo allontanamento definitivo dalla famiglia che seguì. Si costruì l' esistenza "normale" che desiderava da sempre: coltivò le sue amicizie e divenne un comune impiegato; preferendo l' anonimato all' affermazione profesionale. La "normalità" gli permise di portare avanti i suoi studi in serenità; pubblicava i suoi articoli sotto pseudonimo e condusse privatamente studi sulla storia americana e la cosmologia. Purtroppo la maggior parte dei suoi scritti sono andati perduti; qualcosa è stato rinvenuto a casa di amici dopo la sua morte, ma si stima che sia solo una minima parte della sua opera (che include perfino un romanzo di fantascienza). Il suo libro più importante è "Mondo animato e mondo inanimato" del 1920 dove introduce il concetto di buco nero. È morto all' età di 46 anni per emorragia cerebrale.