Il mistero della ragazza bionda delle locandine

Avete mai fatto caso che tra gli illustratori del cinema horror/fantascientifico anni '50 impazzava la moda di rappresentare il robot o il mostro di turno con in braccio, stile pietà di Michelangelo, una ragazza bionda vestita di rosa pesca che però puntualmente non compariva nel film? Io sì. Per la mia passione morbosa in questo post mi sono soffermata solo sui film con protagonisti dei robot , ma se cercate in rete la ragazza bionda compare anche in braccio ad alieni, astronauti, gorilla,. insetti giganti e altri mostri...


In Tobor The Great (1953) e Forbidden Planet (1956) ci sono delle donne bionde, ma non somigliano minimamente a quella della locandina e in nessuna scena del film vengono salvate/portate via come nei poster.


In The Day The Earth Stood Still (1951) c'è effettivamente una scena simile, ma "meno rumorosa" di quella reclamizzata nella locandina; poi come al solito la protagonista è completamente diversa.


Seguono la moda "taroccandola" un po' (la ragazza diventa castano/rosso) anche film di infima categoria come Robot Monster (1953). Rocket Tarzan invece è un mistero nel mistero: pare sia un film di fantascienza bollywoodiano di cui non si trova traccia, tanto da far nascere il sospetto che la locandina sia un falso.