Carnevale...WTF?

 

In questi giorni ci troviamo in quello strano periodo dell' anno in cui tutti desiderano essere cosplayer, si improvvisano modellisti e sarti per sorprendere tutti ai party! Reduce da un' esaltante festa di carnevale mi sono interrogata sulle le origini e il significato di questa bizzarra celebrazione. Devo ammetterlo, non me lo ero mai chiesta... ho sempre accettato passivamente questa tradizione e senza farmi troppe domande anche io mi sono impegnata anno dopo anno alla realizzazione del mio costume. Dalla mia frettolosa e superficiale ricerca [su wikipedia] ho subito scoperto che (come al solito) si tratta di qualcosa di pagano che il cristianesimo ha fatto proprio...

 

Com'è facilmente intuibile, le origini sono lontanissime, riconducibili alle festività saturnali romane e quelle dionisiache greche, che rappresentavano un rigenerante stand-by della ragione. Testimonianza di gruppi mascherati la troviamo nell'antico Egitto durante i festeggiamenti della dea Iside [Metamorfosi - libro XI di Lucio Apuleio]. Oltre le maschere, anche le processioni dei carri hanno origini antiche, infatti durante le celebrazioni di Dionisio passava un carro con colui che avrebbe riportato in equilibrio il cosmo dopo il momentaneo ritorno del caos primordiale. Anche l'allegoria della morte ha un significato purificatorio, spesso prettamente simbolico.

 

****per pigrizia il testo che segue è copiato e incollato da wikipedia****
Il carnevale si inquadra quindi in un ciclico dinamismo di significato mitico: è la circolazione degli spiriti tra cielo, terra e inferi. Il Carnevale riconduce ad una dimensione metafisica che riguarda l’uomo e il suo destino. In primavera, quando la terra comincia a manifestare la propria energia, il Carnevale segna un passaggio aperto tra gli inferi e la terra abitata dai vivi. Le anime, per non diventare pericolose, devono essere onorate e per questo si prestano loro dei corpi provvisori: essi sono le maschere che hanno quindi spesso un significato apotropaico, in quanto chi le indossa assume le caratteristiche dell' essere " soprannaturale " rappresentato. Queste forze soprannaturali creano un nuovo regno della fecondità della Terra e giungono a fraternizzare allegramente tra i viventi . Alla fine il tempo e l'ordine del cosmo , sconvolti nella tradizione carnevalesca, vengono ricostituiti con un rituale comprendente la lettura di un "testamento" e il "funerale" del carnevale il quale spesso comporta il bruciamento del "Re carnevale" rappresentato da un fantoccio (altre volte l 'immagine - simbolo del carnevale è annegata o decapitata).

0 commenti :

Posta un commento