Geek Girls: Margarete Schütte-Lihotzsky inventa la cucina componibile


Margarete Schütte-Lihotzsky (Vienna, 23 gennaio 1897 – Vienna, 18 gennaio 2000) è stata un architetto austriaco che ha dedicato tutta la sua vita al miglioramento delle condizioni di vita delle classi disagiate e delle categorie deboli, in particolare donne e bambini. Durante la sua ricerca si sofferma sullo studio dell'ambiente domestico ed in particolare alla cucina, dove si impegna a riorganizzare forme e dimensioni in modo razionali.



Da questi studi nasce la cucina di Francoforte (1926), un progetto che ha notevolmente influenzato tutta la successiva produzione di questo ambiente. L' idea di utilizzare dei moduli pre-costruiti e dare la possibilità a ogni donna di comporre la propria cucina in base alle misure della propria casa e alla proprie esignenze, è un' idea così geniale che funziona ancora oggi. Negli stessi anni, l'impegno per il miglioramento della condizione femminile è alla base degli interessanti progetti dell'"abitazione per donne che lavorano e vivono sole", mentre gli studi sugli spazi per i bambini portano Margarete Lihotzky a progettare scuole, asili e parchi gioco secondo criteri che verranno a lungo riproposti.