il telaio di Jacquard

Joseph-Marie Jacquard era appassionato di meccanica e figlio di un tessitore di seta. Nel 1790, mentre stava riparando un vecchio telaio, gli venne l’idea di automatizzare il lavoro del tessitore. Nel 1801 costruì un telaio meccanico capace di eseguire disegni complessi, grazie all'utilizzo delle schede forate. L'idea di utilizzare le schede forate per programmare i telai era già venuta a Basile Bouchon nel 1725, ma non riscosse successo.

Nel 1812 si contavano in Francia più di 10.000 telai meccanici
in Gran Bretagna ben di 100.000!


Jacquard è considerato il fondatore dell’automazione dei processi industriali e precursore dell'informatica, ma al suo tempo non era voluto molto bene dal popolo spaventato da questa tecnologia che li avrebbe resi disoccupati.
un esemplare recentemente restaurato è visitabile a San Leucio
per saperne di più San Leucio: Un sogno di Seta

2 commenti :

Ataru '75 on 05 agosto 2010 03:32 ha detto...

Infatti, ma la macchina tessile (che introdusse l'idea di scheda perforata come un programma ciclico di istruzioni preordinate in successione) venne inventata prima, nel 1727 da Falcon un operaio che lavorava in un'industria tessile di Lione.

La sua invenzione rimase ferma fino al 1801 quando poi Jacquard, un meccanico decise di fare della macchina tessile una versione industrializzabile.

pcna on 06 agosto 2010 03:29 ha detto...

s' infatti ho aggiunto il post, e corretto questo ^_^
tu lo sai correzioni e consigli sono ben accetti!

Posta un commento