STORIE DAL FUTURO PASSATO



la Macchina Aritmetica di Giovanni Poleni

L' italiano Giovanni Poleni, nel 1709, nella sua opera intitolata "Miscellanea", descrive una macchina capace di compiere le quattro operazioni aritmetiche, su numeri di massimo 3 cifre.

   

"Avendo più volte inteso, sia dalla viva voce, sia dagli scritti degli uomini eruditi che sono state realizzate dalla perspicacia e dalla cura dell'illustrissimo Pascal e di Leibniz due macchine aritmetiche che servono per la moltiplicazione, delle quali non conosco la descrizione del meccanismo e non so se essa sia stata resa manifesta, ho desiderato: e di indovinare col pensiero e la riflessione la loro costruzione, e di costruirne una nuova che attuasse lo stesso scopo."


La Macchina Aritmetica era dotata di una tecnologia diversa delle precedenti [mentre quelle di di Pascal e Leibniz erano a manovella quella di Poleni utilizzava un contrappeso]. Il prototipo della macchina funzionò bene - solo il risultato delle divisioni non era sempre sicuro - ma appena Poleni seppe che un austriaco ne aveva costruito un esemplare migliorato, la distrusse. L'esemplare ricostruito dall' IBM nel 1959, e recentemente restaurato, è custodito al Museo della scienza e della tecnica Leonardo da Vinci di Milano





« Più conosco gli uomini più amo i robot! »